Skip to content

Regione Liguria, ferme dieci grandi opere infrastrutturali già progettate e finanziate con oltre 3 miliardi di euro. Burlando: “accelerare le procedure”

13 gennaio 2009

In Liguria, dieci grandi opere infrastrutturali già progettate e finanziate con oltre 3 miliardi di euro, ma ancora ferme al palo (** vedi più sotto i dettagli). Per sbloccare o accelerare l’avvio dei cantieri ieri a Genova la Regione ha avviato, su iniziativa del presidente Claudio Burlando, un “tavolo di monitoraggio” e di coordinamento tra istituzioni liguri e tecnici. “Una sorta di task force”, è stato detto al termine dell’incontro al quale hanno preso parte le Prefetture, i Comuni capoluogo, le Province, le Autorità Portuali, Anas, Rfi, Sviluppo Genova e la Società per Cornigliano, che consentirà di far partire – o in qualche caso ri-partire – “in tempi rapidi” opere quali il raddoppio della linea Fs Genova – Ventimiglia da S. Lorenzo ad Andora, la strada a mare di Cornigliano, la controversa piattaforma di Vado Ligure, l’Aurelia Bis di Savona e La Spezia e altri lavori, fra cui la metropolitana genovese, che rappresentano “un importante volano in un momento di crisi e della prevedibile ricaduta locale dei suoi effetti”. L’iniziativa, ha affermato il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, “è stata accolta molto positivamente dalle personalità presenti”; si tratta di “dieci opere di particolare importanza per valenza e dimensioni, opere praticamente tutte progettate e finanziate che hanno però bisogno di una accelerazione delle procedure per essere avviate definitivamente. Siamo soddisfatti e crediamo – ha concluso Burlando – che una analoga iniziativa possa essere impostata presto anche per iniziative private”.

(**) 1 – RADDOPPIO DELLA FERROVIA S. LORENZO – ANDORA (costo: 543 milioni di euro). Opera già appaltata che risale al primo governo Prodi. Ci sono state due interruzioni per problemi al collocamento dei materiali di risulta, oggi superato, e per un contenzioso sui prezzi con l’impresa esecutrice (Ferrovial) che hanno dato origine a un ricorso al Tribunale ancora aperto. Oggi dovrebbero ripartire i lavori per il grosso del cantiere, cioè lo scavo delle gallerie con la grande fresa meccanica. Entro due o tre mesi si saprà se sarà perfezionato un accordo globale o se parte delle opere dovrà essere riappaltato. Le Ferrovie prevedono la conclusione delle opere nel 2012. In quell’anno potranno estendersi i lavori di Area 24 con la pista ciclabile anche nel tratto tra S.Lorenzo e Andora.

2 – NODO FERROVIARIO DI GENOVA (costo complessivo: 656 milioni di euro, compreso il viadotto di collegamento con la gronda del valore di 35 milioni di euro). Le gare sono in corso, si può prevedere l’inizio dei lavori, se tutto va bene, entro la fine dell’anno. L’opera risponderà alle esigenze del traffico merci in uscita dal porto e anche all’obiettivo di dotare Genova di una metropolitana lungo il Ponente che si salderà al metrò sotterraneo esistente. Nel progetto sono previste le nuove stazioni di Palmaro e Cornigliano. Altre sei stazioni (Multedo, Aeroporto, Terralba, Teglia, Campasso, Via dei Landi) saranno realizzate al di fuori del progetto ma contestualmente. Una criticità è costituita dall’esigenza di demolire un edificio con 20 alloggi a Rivarolo. Comune, Regione e Ferrovie affronteranno insieme la trattativa con i residenti: Burlando ha ricordato l’esistenza di una legge regionale che stanzia incentivi a favore di chi deve rinunciare alla casa.

3 – AURELIA BIS A SAVONA (costo: 239 milioni di euro). La gara è in corso, si può prevedere l’inizio lavori nel giro di un anno. Una criticità emersa nel corso della riunione odierna riguarda il fatto che lo smarino è destinato, con accordo con l’Autorità portuale di Savona, al nuovo terminal siderurgico, la cui realizzazione però oggi è in forse, poiché viene meno la prospettiva del nuovo laminatoio alla Ferrania. Anas e Autorità portuale si sono impegnate a trovare soluzioni diverse. Esiste poi un contenzioso relativo agli espropri,con ricorsi al Tar, e attesa di un pronunciamento del Consiglio di Stato che dovrebbe giungere entro marzo. Non si esclude la possibilità di un accordo. Nel frattempo si è integrato nel progetto il casello di Alba mare, non più concepito in alternativa.

4 – AURELIA BIS DELLA SPEZIA (costo: 240 milioni di euro, 215 dello Stato e 25 della Regione. Diventano 298 milioni di euro aggiungendo interventi di completamento: Felettino,Castelletti, Fornova). I lavori potrebbero partire entro l’anno (il bando è stato pubblicato) se sarà risolta la vicenda kafkiana che ha bloccato la formalizzazione del finanziamento, approvato dal Cipe, ma bloccato dalla Corte dei Conti: il passaggio delle carte dal ministero alla Corte e viceversa ha occupato praticamente tutto l’anno scorso. L’opera è strategica anche per la viabilità di accesso al nuovo ospedale di cui sta partendo la realizzazione.

5 – STRADA A MARE DI CORNIGLIANO E OPERE CONNESSE (costo: 222 milioni di euro, di cui 110 per la strada, il resto per le altre opere, ovvero: pèonte delle ferrovie sul Polcevera, viabilità lungo il Polcevera, allargamento di Lungomare Canepa, collegamento con l’aeroporto). È in corso l’aggiudicazione della gara, i lavori potrebbero partire a Primavera, forse anche prima a stralcio la demolizione degli elettrofiltri.

6 – NUOVA PIATTAFORMA PORTUALE A VADO LIGURE (costo: 450 milioni di euro. Salgono a 615 milioni di euro con le opere connesse: porto turistico e area per la cantieristica, sottopasso, casello dell’autofiori). Un contenzioso con ricorso al Tar è in corso di composizione. Gli appalti potrebbero partire entro l’anno. La piattaforma è finanziata con sistema innovativo. Infatti 100 milioni vengono dallo stato, 200 grazie alla previsione dei maggiori introiti fiscali legati ai nuovi traffici resi possibili dall’opera, 150 dall’operatore privato (Maersk) che gestirà il terminal.

7 – RIEMPIMENTO CALATA BETTOLO NEL PORTO DI GENOVA (costo: 120 milioni di euro). L’inizio dei lavori è previsto nel secondo trimestre del 2009, e dureranno circa 4 anni. Saranno effettuati dragaggi che consentiranno una profondità di 17 metri negli accosti, accessibili a tutte le più grandi navi.

8 – RIEMPIMENTO RONCO E CANEPA NEL PORTO DI GENOVA (costo: 40,1 milioni di euro). Anche in questo caso i lavori inizieranno nel secondo trimestre dell’anno, e dureranno circa 3 anni e mezzo, con profondi dragaggi. I materiali dragati serviranno al riempimento, ma resteranno comunque un milione di metri cubi di spazio per altri materiali di risulta derivanti da cantieri aperti nella città di Genova. E’ stata sottolineata (da Merlo, Burlando e Pissarello) l’esigenza che partano contestualmente i lavori per realizzare il nuovo nodo stradale di S. Benigno, altrimenti il volume di traffico maggiore sviluppato dalle nuove calate non potrebbe avere adeguate vie di accesso tra porto e autostrade.

9 – METROPOLITANA DI GENOVA (costo: 207 milioni di euro tra opere e acquisto veicoli). Entro un mese dovrebbe essere superato il diaframma per completare lo scavo della galleria tra De Ferrari e la stazione Brignole. Nel 2010 l’opera dovrebbe essere terminata. Attualmente la difficoltà è nel rendere operativo il finanziamento. Poiché si trattava di rimodulare una serie di finanziamenti da obiettivi diversi a quello del metrò genovese doveva operare una commissione di alta vigilanza a livello centrale, che però dopo il cambio di governo nazionale non è stata ancora ricostituita. L’intervento è sostenuto anche da finanziamenti regionali.

10 – COPERTURA E MESSA IN SICUREZZA DEL BISAGNO (costo: 183 milioni di euro). Opera in corso di realizzazione. È l’unico intervento che necessita per il completamento nella zona della foce del Bisagno di un finanziamento aggiuntivo di circa 100 milioni di euro. Se fosse erogato in tre trance di 35 milioni nei prossimi tre anni l’opera potrebbe essere completata senza interruzioni dei lavori (rischio invece incombente in assenza di finanziamenti certi).

One Comment leave one →

Trackbacks

  1. ad

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: