Skip to content

Amianto: tempi stretti in Parlamento per il caso aperto dei pensionati liguri

9 marzo 2009

Giorni, o meglio, ore decisive per lo “stop” a nuove lettere di sospensione da parte da Inail e Inps e la revoca del blocco, già in atto, alle pensioni a decine di lavoratori Ansaldo. Una emergenza causata dall’inchiesta della magistratura che coinvolge i vertici aziendali accusati di aver autorizzato pratiche irregolari per ottenere agevolazioni pensionistiche a dipendenti esposti all’amianto. Pratiche “sospette””, secondo l’indagine, nonostante l’alto tasso di neoplasie e casi di asbestosi registrati in Liguria anche nell’ultimo anno.
La vertenza è stata nuovamente al centro di una riunione dell’assessore al Lavoro Enrico Vesco che stamani ha incontrato i parlamentari liguri Mario Tullo, Roberta Pinotti e Massimo Zunino (Pd) e Giorgio Bornacin e Enrico Musso (Pdl) insieme con una folta delegazione di lavoratori, anche dell’ex Consorzio Autonomo del Porto di Genova per la loro vertenza, nella sede di piazza De Ferrari.
“Se entro pochi giorni la questione non si risolverà, se non si troverà una soluzione alla mancata copertura finanziaria del provvedimento da parte del governo e non si arriverà presto a un intervento presso gli enti previdenziali affinché scatti una ‘moratoria’ attraverso l’emendamento al decreto “Milleproroghe”, temo un precipitare della situazione e sulla tenuta sociale della protesta”, ha affermato Vesco. “Per non parlare – ha inoltre aggiunto – di che cosa accadrebbe se gli enti previdenziali, Inps e Inail si trovassero di fronte a migliaia di ricorsi, sarebbe il caos totale e la loro paralisi”.
Se entra la fine del mese alla Camera verrà approvato, come si auspica, l’emendamento “bipartisan”, i curricula presentati dal datore di lavoro per far ottenere le pensioni per l’amianto resteranno invece validi, salvo i casi di dolo dell’ interessato accertati dalla magistratura. Un provvedimento che consentirà all’Inail e all’Inps di erogare le pensioni, e di ripristinare quelle già sospese, e alla magistratura di continuare a svolgere il proprio lavoro di indagine. Altrettanto tesa la vertenza dei pensionati dell’ex Consorzio Autonomo del Porto di Genova, già stata al centro, nelle scorse settimane di un incontro dello stesso presidente Burlando con il ministro del Welfare Maurizio Sacconi.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: