Skip to content

Elezioni provinciali di Savona: le schede dei collegi Albenga I e Albenga II. Quando e chi ci ritroveremo nei lenzuoloni elettorali

2 giugno 2009

cabine_elettoraliSono 24 i collegi dove il 6 e 7 goigno si andrà a votare per le elezioni provinciali di Savona, con Albenga divisa tra i collegi 2 e 3 di Abenga I e Albenga II (che comprende anche i comuni dell’entroterra). Dove saranno i seggi, ancora ufficialmente non è stato comunicato, ma i luoghi canonici sono sempre gli stessi. Più sotto, invece, le riproduzioni dei fac-simile delle schede elettorali che ci si troverà davanti (da cliccare), con aggiunta la descrizione da manuale della “geografia” dei due collegi, insondabile geometria politico-amministrativa e a suo modo un bel trip mentale alla lettura… 🙂

Molti simboli e molti nomi: dopo l’esclusione della lista Pcl nei giorni scorsi, sono rimasti ufficialmente nove i candidati alla presidenza di Palazzo Nervi in lizza, e ben 22 le liste, la maggior parte schierate a sostegno dei candidati provenienti dai due maggiori partiti, Pdl e Pd, in coalizioni – grosso modo – rappresentanti aree di centro destra e centro sinistra: Angelo Vaccarezza (sostenuto da 8 liste: Pdl, Nuovo Partito Socialista, Pensionati, Democrazia Cristiana, Udeur, Lista civica Vince Savona, Cristiani Uniti, Lega Nord Liguria), Michele Boffa (sostenuto da 7 liste: Sinistra per la Provincia di Savona, Gente di Centro, Pd, Partito Socialista, Italia dei Valori, Lista Civica Cristiana, Comunisti Italiani).

Gli altri sette candidati alla presidenza sono invece sostenuti da singole liste e in ordine alfabetico sono: Renzo Briano (Per il Bene Comune), Sergio Cappelli (Altra Provincia), Giancarlo Garassino (Udc), Cosimo Luppino (Federazione Pensionati), Furio Mocco (Rifondazione Comunista), Piero Pirritano (La Destra), Carlo Vasconi (Verdi).

Come precisa il micro-manualetto delle istruzioni fornito dal Ministero dell’Interno, si voterà “in occasione del primo turno di votazione, dalle ore 15 alle ore 22 di sabato 6 giugno e dalle ore 7 alle ore 22 di domenica 7 giugno”. A partire dalle ore 14 di lunedì 8 giugno, inizieranno le operazioni di scrutinio.

In caso di ballottaggio, nuova chiamata alle urne che si riapriranno per lo spareggio “dalle ore 8 alle ore 22 di domenica 21 giugno 2009 e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì 22 giugno 2009”, in contemporanea con il voto per il referendum (in questo caso “le operazioni di scrutinio avranno inizio lunedì 22 giugno 2009, al termine dello spoglio delle schede relative ai referendum abrogativi”).

Si andrà al ballottaggio nel caso in cui nessuno dei 9 candidati alla Provincia di Savona avrà ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validi; all’eventuale secondo turno accederanno – come norma vuole – i due più votati (nel caso ci fosse parità tra il secondo e il terzo, andrebbe al ballottaggio il più anziano). Siccome – nel bene e nel male – la politica rimane l’arte del possibile che ama mordersi la coda, a poter rovesciare gli equilibri in caso di ballottaggio interviene anche la facoltà di allargare le alleanze alla luce del sole (e non solo sotto banco); se infatti rimangono intatti i collegamenti con le liste del primo turno, è possibile – “entro sette giorni dalla prima votazione” – stabilire ulteriori patti con altri gruppi (“La dichiarazione ha efficacia solo se convergente con analoga dichiarazione resa dai delegati dei gruppi interessati”). Finora tutti i candidati hanno comprensibilmente voluto giocare fino in fondo la parte del possibile vincitore, e dunque rimangono ancora poco chiari scenari di previsione per formali alleanze allargate all’eventuale secondo turno.

(*) ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA E DEL CONSIGLIO PROVINCIALE di SAVONA 6 e 7 GIUGNO 2009 COLLEGIO di ALBENGA I

Collegio_Albenga_1_B_bis

(**) ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA E DEL CONSIGLIO PROVINCIALE di SAVONA 6 e 7 GIUGNO 2009 COLLEGIO di ALBENGA II

Collegio_Albenga_2_B_bis

(*) COLLEGIO (2) DI ALBENGA I: “Comprende parte del territorio del comune di Albenga, delimitata come segue: a sud mare Ligure; ad est mare Ligure e territorio compreso tra la foce del fiume Centa ed il confine con il comune di Ceriale; ad ovest asse fiume Centa dalla foce fino al ponte ex strada Aurelia, piazza Petrarca, piazza del Popolo, via Genova fino incrocio viale Liguria, viale Liguria, proseguendo con una linea ideale che unisce viale Liguria con viale Pontelungo escludendo la parte nord di via Papa Giovanni XXIII, viale Pontelungo, via F.lli Viziano, piazza Torlaro, via Mameli, asse fiume Centa fino al confine lato nord della caserma A. Turinetto (inclusa) asse strada statale 582 – Albenga-Garessio – a ritroso fino all’incrocio con la strada vicinale Ariano, asse strada vicinale Ariano, asse via del Cristo, asse strada vicinale di Brà, asse strada vicinale Poggi-Campastro, asse strada vicinale Poggi-Posillico, asse strada vicinale Posillico fino ad una linea ideale di congiungimento con il Rio Carenda, asse centrale Rio Carenda fino alla confluenza con il Rio nato dal prolungamento della strada vicinale del Molino-Pernice,asse dello stesso, asse strada vicinale Molino-Pernice fino all’incrocio con la strada statale 582 proseguendo sulla stessa fino al confine con il comune di Cisano sul Neva; a nord strada statale 582 confine con comune di Cisano sul Neva proseguendo sullo stesso fino a chiudere il territorio con il congiungimento con il confine del comune di Ceriale. Del collegio suddetto fa inoltre parte l’isola Gallinara”.

(**) COLLEGIO (3) DI ALBENGA II: “Comprende parte del territorio del comune di Albenga, delimitata come segue: a sud mare Ligure, territorio compreso tra il confine con il comune di Alassio e la foce del fiume Centa; ad est asse fiume Centa dalla foce fino al ponte ex strada Aurelia, centro storico tutto, parte nord via Genova, parte nord via Papa Giovanni XXIII, piazza Garibaldi, asse fiume Centa dal ponte passerella (acquedotto) fino confine lato nord caserma A. Turinetto (esclusa), asse strada statale 582 – Albenga-Garessio – a ritroso fino all’incrocio con la strada vicinale Ariano, asse strada vicinale Ariano, asse via del Cristo, asse strada vicinale di Brà, asse strada vicinale Poggi-Campastro, asse strada vicinale Poggi-Posillico, asse strada vicinale Posillico fino ad una linea ideale di congiungimento con il Rio Carenda, asse Rio Carenda fino alla confluenza con il Rio nato dal prolungamento della strada vicinale del Molino-Pernice, asse dello stesso, asse strada vicinale Molino-Pernice fino all’incrocio con la strada statale 582 proseguendo sulla stessa (esclusa) fino al confine con il comune di Cisano sul Neva; ad ovest confine con il comune di Alassio fino al confine dei comuni di Villanova d’Albenga e di Ortovero; a nord strada statale 582 confine con il comune di Cisano sul Neva proseguendo sullo stesso con il confine con il comune di Arnasco fino a chiudere il territorio con il confine del comune di Ortovero; ed i seguenti comuni: Arnasco – Castelbianco – Castelvecchio di Rocca Barbena – Cisano sul Neva – Erli – Nasino – Onzo – Vendone – Zuccarello”.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: