Skip to content

Airbus A330 dell’Air France: ritrovati i resti. Il Punto da “O Globo” (Brasile) e “Le Figaro” (Francia)

3 giugno 2009

A330_airfrance_MRitrovati infine ieri nel tardo pomeriggio i primi resti dell’Airbus A330 del volo Air France 447 precipitato per cause ancora ignote tra la notte del 31 maggio e le prime ore di lunedì 1 giugno mentre transvolava da Rio de Janeiro verso l’aeroporto di Charles de Gaulle di Parigi. Manca l’ufficializzazione formale ma le fonti ufficiali danno il ritrovamento ormai come certo. Martedì, dunque, la localizzazione di una scia di 6 chilometri dei frammenti del relitto alle 18 e 49, riassume il quotidiano brasiliano “O Globo” [articolo Voo 447: Aeronáutica avista fiação do Airbus em rastro de 6 km e manterá buscas durante toda a madrugada]; già circoscritta la zona dove proseguiranno le ricerche per tutta la mattina: “un’area di 10mila chilometri quadrati delimitata dall’aeronautica a 93 miglia dell’arcipelago San Paolo e San Pedro, a 700 chilometri a nord est di Fernando de Norogna” (“na área de 10 mil quilômetros quadrados delimitada pela Aeronáutica, a 93 milhas do arquipélago São Paulo e São Pedro, a 700 km a nordeste de Fernando de Noronha”). Secondo le fonti dell’aeronautica, il monitoraggio sarà effettuato da 3 aerei C-130 Hércules (forse appoggiati da un elicottero, già atterrato a Fernando de Noronha).

In Base alla Convenzione di Chicago, della Aviazione Civile Internazionale, il comando dell’operazione di ricerca sarà della Francia (Bureau D’enquêtes et D’Analises – BEA, “com apoio do Centro de Investigação e Prevenção de Acidentes Aeronáuticos (CENIPA)”).

Secondo quanto riporta il quotidiano francese “Le Figaro” [articolo Pour Paris, les débris sont bien ceux du vol AF 447], il comandante dello stato maggiore Prazuck, oggi “sarà una giornata di transizione”; in giornata “si passerà da una operazione aerea che coprirà una vasta zona a una operazione navale su una zona più ristretta” (“On va passer d’une opération aérienne couvrant une large zone à une opération navale sur une zone restreinte”).

Nessuna notizia o speranza di superstiti, oramai. Oggi in giornata l’Air France dovrebbe fornire la lista ufficiale di tutti i passeggeri che erano a bordo, anche se – a richiesta di parenti e amici – alcuni nomi potrebbero rimanere nell’anonimato. Resi noti ieri dalla Farnesina i nomi dei 10 italiani morti nell’incidente aereo (vedi il post precedente). Il Brasile da martedì ha proclamato tre giorni di lutto nazionale. A Parigi oggi pomeriggio si terrà una cerimonia interreligiosa di commemorazione delle vittime. Sarà presente anche il presidente Francese Nicolas Sarkozy; in segno di rispetto, fuori le telecamere e la stampa: “nel rispetto del dolore delle famiglie e degli amici delle vittime, la stampa non potrà assistere alla cerimonia organizzata domani alle 16 nella cattedrale di Notre Dame. Una diffusione sonora della cerimonia sarà organizzata all’esterno nel sagrato”, specificava in serata l’ultima epigrafica nota stampa dell’Air France (Paris, 02 juin 2009 – 21h25 heure locale – “Dans le respect du deuil des familles et proches des victimes, la presse ne pourra pas assister à la cérémonie organisée demain à 16h à l’intérieur de la Cathédrale Notre Dame de Paris. Une diffusion sonore de la cérémonie sera organisée à l’extérieur sur le Parvis”).

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: